Pineappli Equipe

“Ci affidiamo alle capacità e ai talenti di ogni individuo, per far funzionare questa bella intelligenza collettiva, garanzia di innovazione e creatività”

Il nostro team

Pineappli Logo Orange
Jean-Marc Rietsch
Presidente e fondatore
Pineappli Logo Rouge

Ludwig Roger
CIO

Pineappli Logo Gris
Maximilien Rietsch
Co-fondateur & CTO
Pineappli Logo Jaune
Lea Frasconi
Assistente Marketing & Comunicazione
Pineappli Logo Bleu
Sylvine Guyard
Responsabile Marketing & Comunicazione
Pineappli Logo Orange

Quentin Varo
CISO

Jean-Marc Rietsch Presidente e fondatore

Porta la sua competenza ed esperienza nel campo della sicurezza e dei servizi fiduciari, e più in particolare la sua conoscenza ed esperienza dell’archiviazione elettronica, avendo contribuito al lancio di CDC Arkhineo, la prima società francese a posizionarsi come terzo archivista di dati digitali.

La sua conoscenza della firma elettronica è altrettanto importante nella misura in cui è onnipresente in tutti i progetti di digitalizzazione e di conseguenza nell’archiviazione elettronica. Jean-Marc Rietsch ha anche contribuito allo sviluppo del primo servizio di marcatura temporale lanciato dalla società Certeurope nel 2003.

Ha anche contribuito all’implementazione di un nuovo servizio di fiducia, l’autorità di gestione delle prove, il cui obiettivo è quello di verificare la validità di una firma elettronica su un documento destinato ad essere archiviato. Questo progetto è stato portato avanti dall’Imprimerie Nationale ed è ora pienamente coperto dal regolamento europeo eIDAS come servizio di convalida della firma. Ha accompagnato la società CDC Arkhinéo per essere qualificato su questo servizio nel luglio 2018.

Come esperto internazionale in digitalizzazione e archiviazione elettronica, Jean-Marc Rietsch ha lavorato per i principali gruppi bancari così come per Orange, Airbus e altri sull’implementazione di processi digitalizzati e la verifica della loro conformità legale e normativa.

La sua partecipazione al club EBIOS gli ha permesso di sviluppare un approccio di analisi dei rischi dedicato alla digitalizzazione.

Maximilien Rietsch CTO e co-fondatore

Ha una laurea in ingegneria in informatica ed elettronica, che gli conferisce un alto livello di conoscenza e un reale rigore nel suo lavoro. Ha anche sviluppato numerose competenze in diversi settori dell’informatica, tra cui diversi stage all’estero, ma soprattutto attraverso la sua esperienza professionale.

La sua buona conoscenza di quasi tutte le piattaforme informatiche, acquisita attraverso lo sviluppo di numerose applicazioni mobili e desktop, gli permette di impostare un sistema completamente reattivo per applicazioni desktop, smartphone e tablet.

Ha anche studiato l’intelligenza artificiale e ha approfondito le sue conoscenze in materia, in particolare attraverso il contatto con il direttore del laboratorio di ricerca sull’intelligenza artificiale di Facebook, Yann Le Cun. Di conseguenza, ha già progettato dispositivi basati su reti neurali artificiali.

Le sue aree di competenza gli permettono di agire sia nello sviluppo di applicazioni e architetture software, sia nell’architettura di sistemi informatici o in lavori di ricerca e sviluppo sull’intelligenza artificiale, in particolare a livello di reti neurali artificiali.

Sylvine Guyard Responsabile marketing e comunicazione

Laureata in economia, è conosciuta per le sue qualità umane e la sua capacità di organizzare eventi professionali.
Si è occupata della concezione, della preparazione, del materiale e dell’organizzazione logistica di numerosi eventi per oltre 15 anni.

Cocktail party a colazione, pranzo e cena, conferenze, concorsi, vernissage, cerimonie di premiazione, fiere, stand espositivi, presentazioni di libri e congressi annuali sono solo alcune delle sue realizzazioni nel campo della salute e soprattutto nel campo delle nuove tecnologie.

Ha anche usato il suo entusiasmo, dinamismo e creatività per organizzare corsi di formazione e seminari aziendali per molte organizzazioni private e pubbliche.

Lea Frasconi Assistente marketing e comunicazione

Dopo un baccalaureato in contabilità, Lea ha voluto assecondare la sua passione per i cosmetici. Ha preso molto rapidamente un CAP in estetica, cosmetica e profumeria, seguito da un Certificato Professionale e infine un BTS in formazione legata al lavoro, che ha completato presso la multinazionale COTY a Monaco in uno dei suoi centri di ricerca.

Desiderosa di raggiungere posizioni di responsabilità, Lea ha completato il suo corso di studi facendo una laurea di primo livello. Grazie a questa formazione generalista, ha scoperto il mondo del marketing e degli eventi; è stata una vera rivelazione per lei.
Ha poi iniziato un Master in Comunicazione Digitale e Strategia Globale, che le ha permesso di acquisire gli strumenti e le tecniche necessarie per future posizioni nei dipartimenti di marketing, comunicazione o vendita.

Come parte della sua formazione, Lea è entrata nel team Pineappli nel novembre 2020. Assiste il team nel marketing, nella comunicazione e nell’organizzazione di eventi, portando il suo dinamismo e il suo talento creativo.

Ludwig Roger Direttore dei sistemi informativi

Dopo un doppio baccalaureato in letteratura e scienze, e con una passione per l’informatica e la programmazione, ha intrapreso l’istruzione superiore nel campo della tecnologia informatica.

Ha ottenuto prima un BTS in Servizi informatici per le organizzazioni, (opzione Soluzioni software e programmazione orientata alle applicazioni aziendali), poi ha completato una laurea e infine un master in Architettura del software, (opzione Esperto in ingegneria dei sistemi informatici e informativi).

Esperienza professionale:
BOSCH Francia, come supporto agli utenti: risoluzione dei problemi, risoluzione degli incidenti
SNCF, sviluppo di applicazioni per uso interno, in particolare per la manutenzione dei TGV

Si è unito all’avventura di Pineappli nel novembre 2019 come sviluppatore e architetto software e attualmente ricopre la posizione di CIO.

Quentin Varo Responsabile della sicurezza dei sistemi informativi

Durante i suoi studi in una classe di preparazione scientifica, Quentin ha scoperto l’informatica e le professioni di ingegneria in questo campo, che lo hanno affascinato. Ha poi deciso di iscriversi alla scuola di informatica ed elettronica ESIEA di Laval per acquisire competenze tecniche nel campo dell’informatica e competenze umane nel business e nella gestione dei progetti. Grazie ai molti progetti a cui ha potuto partecipare, Quentin ha sviluppato rapidamente una passione per la sicurezza informatica. Ha ottenuto il privilegio di entrare nel laboratorio di ricerca di Criptologia e Virologia Operativa (CVO) come studente “speranzoso-ricercatore”. Sotto la supervisione del Dr. Éric Filiol, direttore del laboratorio CVO ed esperto di cybersecurity, Quentin ha potuto dedicare gran parte dei suoi studi alla specializzazione in sicurezza informatica e alla realizzazione di progetti tecnici avanzati che hanno portato a risultati concreti.  

Sempre alla ricerca della conoscenza, Quentin ha scelto di continuare i suoi studi all’estero, è stato ammesso alla Concordia University di Montreal per completare un master in sicurezza dei sistemi informatici. Dopo il primo semestre, i suoi buoni risultati gli hanno permesso di unirsi al laboratorio di ricerca del dottor Jun Yan, specializzato in città intelligenti, reti intelligenti e sistemi cyber-fisici. Per 2 anni, Quentin ha condotto progetti di ricerca e pubblicato articoli scientifici nel campo della sicurezza delle apparecchiature IoT e delle comunicazioni quantistiche all’interno delle smart grid.

Nel 2021, Quentin si è laureato con una doppia laurea in Ingegneria Informatica ed Elettronica e un Master of Applied Science in Information Systems Security.   

Professionalmente, Quentin ha completato uno stage di 4 mesi presso Monaco Telecom sotto la supervisione del responsabile della sicurezza dei sistemi informativi (ISSM), Karim Methia. Durante questa esperienza, Quentin ha lavorato come pentester, eseguendo un test di penetrazione completo della rete dell’azienda e implementando ulteriori misure di sicurezza per risolvere le vulnerabilità riscontrate.

Ha anche effettuato una missione umanitaria per fornire assistenza e conoscenza della sicurezza dei sistemi e delle reti in Burkina Faso. Durante un’estate, Quentin ha riabilitato la rete locale (LAN) della Croce Rossa di Ouagadougou, ha installato un controller di accesso alla rete (NAC) e ha formato il personale per mantenere i sistemi in funzione.

Quentin si è unito al team Pineappli nel gennaio 2022 come CISO.

La storia di Pineappli

La genesi di Pineappli?

Soddisfare un bisogno critico

Come molte innovazioni, Pineappli è nato per soddisfare un bisogno, una frustrazione. Le origini di Pineappli risalgono al 2010, quando il cloud era sempre più visto come inevitabile. Molti esperti di sicurezza si chiedevano se fosse possibile utilizzarlo per archiviare i dati in modo sicuro.
Anche se l’evidente mancanza di riservatezza del Cloud non era a suo favore, alcuni esperti, come Jean-Marc Rietsch, ritenevano che non si poteva andare contro la diffusione di soluzioni Cloud e che era urgente trovare soluzioni per proteggere i dati nonostante tutto.
La sfida era quella di trovare un modo per mettere in sicurezza un dispositivo che, per costruzione, non ha le migliori predisposizioni in questo campo.
Jean-Marc Rietsch ha avuto l’idea di proteggere i dati molto presto, prima di inviarli al cloud. Questo nuovo processo unico e rivoluzionario è stato brevettato nel 2016 in Europa e nel 2020 negli Stati Uniti.

Una bella avventura padre/figlio

Una volta ottenuto il brevetto internazionale, Jean-Marc Rietsch pensò inizialmente di venderlo ad altre aziende, ma fu suo figlio, anch’egli ingegnere, a convincerlo a svilupparlo insieme.
Hanno poi portato a maturazione il progetto, ed è nato Pineappli, aggiungendo all’archiviazione sicura, in particolare, le possibilità della firma elettronica, la digitalizzazione con valore probatorio e i trasferimenti sicuri.
Pineappli e i suoi fondatori hanno poi aderito a MonacoTech nell’agosto 2020.
Da allora, Pineappli ha avuto il privilegio di essere certificata ISO 27001 e dichiarata conforme a RGPD.

Una squadra in crescita

Il team è cresciuto con l’arrivo di Ludwig nello sviluppo IT e di Sylvine come direttore del marketing e della comunicazione con la sua assistente Lea.
Abbiamo già chiamato 4 stagisti per rinforzare le squadre tecniche lavorando su temi specifici con una portata volutamente limitata.
Accogliamo le candidature non richieste che arrivano regolarmente tramite il nostro sito web.

Valori: diversità, resilienza e collaborazione intergenerazionale

I valori aziendali di Pineappli sono quelli di costruire un team diversificato e inclusivo, dimostrando umanità.
Vogliamo fornire al nostro team un ambiente di lavoro stimolante e positivo. La fiducia è essenziale affinché tutti si sentano abbastanza a proprio agio da essere se stessi al lavoro e dove tutti possano beneficiare delle opportunità di avanzamento e sviluppo della carriera. Per raggiungere questo obiettivo, promuoviamo la diversità con profili atipici ed eterogenei e collaborazioni intergenerazionali.
Ci affidiamo alle capacità e ai talenti di ogni individuo per far funzionare questa intelligenza collettiva, garanzia di innovazione e creatività.

Il minuto del tirocinante

Pineappli ama accogliere i tirocinanti!

L’accoglienza di un tirocinante richiede tempo e qualità umane per accompagnarlo nel suo percorso formativo e rendere questa esperienza un vero successo. È un processo di apertura e di impegno, e uno scambio genuino avviene con tutti gli attori della Pineappli.

Trasmettere la conoscenza: lo stage è un modo per entrare in contatto con il mondo professionale e offre un’esperienza qualificante. I tutor sono lì per trasmettere la loro esperienza e aiutare i giovani a integrare le loro conoscenze professionali.

Formare e identificare i nostri futuri dipendenti: uno stage può far parte di una politica di pre-assunzione: si tratta di testare e formare i futuri dipendenti alle esigenze professionali della nostra struttura e anche di farsi conoscere nelle reti di ex allievi.

Contribuire all’immagine del settore delle nuove tecnologie: un settore aperto ai giovani, dinamico e lungimirante.

Al fine di evidenziare il lavoro dei nostri tirocinanti, proponiamo loro di fare un’intervista alla fine del corso e presentare il tema su cui hanno lavorato.

Thomas MONTET

Tirocinante ingegnere informatico

Ray-Hann MASSOUDI

Tirocinante ingegnere informatico

Catarina RORIZ

Tirocinante ingegnere informatico

Antoine TARTE

Tirocinante ingegnere informatico